Nuovo indirizzo

ATTENZIONE
Segnaliamo ad amici e lettori
che il nuovo indirizzo
postale a cui far riferimento è:

'HELIODROMOS'
presso Giovanni Barbera
Via Rosario Livatino, 118
94100 Enna
solstizio PDF Stampa E-mail

 

 

 

ROMA E IL NATALE “SOLARE” DELLA

TRADIZIONE NORDICO-ARIA 

 

Ben pochi sospettano che le feste di questi giorni, che ancor oggi, nel secolo dei grattacieli, della radio, dei grandi movimenti di folle, si celebrano e nel1e cosmopoli così come fra trincee, macchine di guerra e masse combattenti, continuano una tradizione remota, riportanteci ai tempi ove, quasi all'aurora della umanità, s'iniziò il moto ascendente della prima civiltà aria; una tradizione, in cui peraltro si espres­se meno una particolare credenza degli uomini, che la gran voce delle stesse cose.

Volendo qui dir qualcosa in proposito, va anzitutto ricordato un fatto da molti ignorato, vale a dire, che in origine la data del Natale e quella dell'inizio del nuovo anno coincidevano, non essendo questa data arbitraria, ma connessa ad un preciso avvenimento cosmico, al solstizio d'inverno. Il solstizio d'inverno cade in­fatti nel 25 dicembre, che è la data del Natale successivamente conosciuto, ma che nelle origini ha avuto un significato essenzialmente “solare”. Ciò appare ancora in Roma antica: la data natalizia in Roma antica era quella del risorgere del Sole, dio invitto – Natalis solis invicti – Con essa, come giorno del sole nuovo – dies solis novis – nell’epoca imperiale prendeva inizio l'anno nuovo, il nuovo ciclo. Ma questo “natale solare” di Roma del periodo imperiale a sua volta, rimanda ad una tra­dizione assai più remota d'origine nordico-aria. Del resto, Sol, la divinità solare ap­pare già fra i dii indigetes, cioè fra le divinità delle origini romane, ricevute da an­cor più lontani cicli di civiltà. In realtà, come diremo, la religione solare del perio­do imperiale, in larga misura ebbe il significato di una ripresa e quasi di una rina­scenza, purtroppo alterata da vari fattori di decomposizione, di un antichissimo retaggio ario.

Leggi tutto...
 
presente PDF Stampa E-mail
 
  

PAOLO SIGNORELLI

14 marzo 1934 – 1 dicembre 2010

Leggi tutto...
 
futurismi PDF Stampa E-mail

       SIMBOLI DELLA DEGENERESCENZA MODERNA: IL FUTURISMO

 

            Noi qui non ci occupiamo del futurismo, che in quanto in esso si esprimono in modo caratteristico alcuni aspetti fondamentali di quella degenerescenza dello spirito nel mondo moderno, che abbiamo già avuto modo di precisare negli articoli precedenti. A questa stregua, forse pochi «movimenti» moderni sono così ricchi di significato come il futurismo. Oggi si parla della «liquidazione» del futurismo, e si considera l’assunzione di F. T. Marinetti alla Accademia d’Italia come la pietra sepolcrale chiusasi sul suo capo. Purtroppo, nulla di questo è vero. Il futurismo è una cosa terribilmente presente e in atto. Beninteso, non si tratta di ciò che il futurismo ha fatto negativamente come movimento rivoluzionario e innovatore, né di ciò che esso ha fatto positivamente cercando di porre le basi di una nuova arte. Tutto ciò ha avuto una ben scarsa efficacia, non diciamo in Europa, ma nella stessa Italia, ingombra quanto prima di marcio retorismo, pronta ad accogliere persino le scemenze di «strapaese», futurista unicamente nello spirito di certi «fascisti» di scarto che all’idea sostituiscono il pugno, al senso critico il proclama, alla cultura lo sport, alla superiorità classica e aristocratica la bravata e il lazzo giovanile.

Leggi tutto...
 
Il "tartufo" sul "Borghese" PDF Stampa E-mail
Segnaliamo ai nostri amici e lettori la pubblicazione sul mensile "Il Borghese" dell'articolo dal titolo "Ecce Homo - Ascesa e declino di un Tartufo", già apparso sul numero 22 di Heliodromos.
 
« InizioPrec.4142434445Succ.Fine »

Pagina 42 di 45

Cerca

Heliodromos

n. 25-26
Equinozio d'Autunno -
Solstizio d'Inverno 2014
La distribuzione della rivista
è affidata a RAIDO

(per info: libreria@raido.it)
 NOVITÀ 
Torna sugli scaffali "Indirizzi per l'azione tradizionale", raccolta di scritti di Gaetano Alì, in una nuova edizione ampliata per i tipi di "Cinabro Edizioni".
Prenota qui la tua copia!