Nuovo indirizzo

ATTENZIONE
Segnaliamo ad amici e lettori
che il nuovo indirizzo
postale a cui far riferimento è:

'HELIODROMOS'
presso Giovanni Barbera
Via Rosario Livatino, 118
94100 Enna
Controtradizione PDF Stampa E-mail

 

V di vittoria

Rimbalzi e rimandi strani ci hanno condotto alla scoperta di questo interessante scritto di Renzo Giorgetti (ci era capitato di leggerlo, in traduzione spagnola, sulle pagine della rivista cilena Ciudad de los Césares e, risalendo gli affluenti del web, ce lo siamo ritrovato dietro l’angolo e a portata di mano nel sito del Centro Studi La Runa), il cui contenuto non solo ci svela un aspetto poco studiato del secondo conflitto mondiale – la guerra che ha visto perire definitivamente l’idea di un’Europa che era stata amata e auspicata da giovani generazioni ancora sensibili a valori eterni come onore e fedeltà –, ma in cui è soprattutto possibile trovare una chiave di lettura non banale degli avvenimenti che ci stanno scorrendo davanti proprio in questi giorni. Ci sono stati nella storia dei momenti di svolta epocali, coincidenti con delle realizzazioni tecniche le quali hanno contribuito in maniera decisiva al processo di decadimento nella selezione dell’élite dominante: prima la stampa, poi la televisione, oggi la rete web. Un decadimento progressivo tendente all’affermazione finale della grande parodia controiniziatica. Prendere consapevolezza che dietro fenomeni mediatici apparentemente distanti, o comunque non direttamente legati fra di loro, come quello rappresentato dal segno reso famoso dal primo ministro inglese W.C., all’ispirazione fornita ai rivoltosi del web dal film V per Vendetta, e alla non meno “tempestiva” scelta del movimento di Beppe Grillo (o chi per lui!) di evidenziare anche nel simbolo la V del Vaffa day, non può non far nascere qualche legittimo sospetto sulla ricorrenza e riproposizione del medesimo “marchio”. 

Leggi tutto...
 
Telematica e Mondo Moderno - IV parte PDF Stampa E-mail

 

 

 

siamo tutti schedati ?

 

 

Introduzione

 

Prima di esaminare i momenti più rilevanti di questa informatizzazione, si rende necessaria una breve premessa. In Italia, stato a democrazia costituzionale, qualsiasi atto pubblico deve essere approvato dalla Camera e del Senato. Alcuni decreti però, non seguono questo iter burocratico, e la loro ratifica avviene a scrutinio segreto, in commissioni costituite da politici e tecnici, nominati ad hoc da chi vuole garantirsi un consenso assoluto sulla legge presentata.

Probabilmente questa seconda opzione è accaduta sia per la catalogazione dei prodotti, imposta da anonimi padroni, che per l’immissione nei circuiti nazionali delle carte di credito, la cui accettazione del cittadino, stabilisce un contratto con l’istituto di credito emittente, secondo un regolamento minuzioso, inoppugnabile anche per uno stato sovrano. La domanda è: esistono ancora stati sovrani? Chi ha guidato i destini del nostro Paese nell’ultimo ventennio?

 

Leggi tutto...
 
Nuovo sito PDF Stampa E-mail

 

 

La web de Antonio Medrano

Da qualche giorno è entrata in funzione una pagina web in spagnolo interamente dedicata al nostro amico e collaboratore Antonio Medrano. In essa è possibile trovare, oltre a numerosi suoi articoli e testi estratti dalle sue opere, alcuni dei quali già da noi tradotti e pubblicati sulla nostra rivista, un ampio profilo biografico, una bibliografia completa, un vasto notiziario giornalistico contenenti diversi giudizi sull’opera di Medrano espressi da personalità della cultura spagnola.

Questo spazio rende il dovuto omaggio ad uno dei più coerenti e qualificati esponenti del pensiero tradizionale contemporaneo, la cui opera si inserisce a pieno diritto al fianco dei più importanti testimoni della Filosofia Perenne e della Sapienza Universale.

 

 
Paideia PDF Stampa E-mail

 

 

 

Tutti i padri sono adottivi

Mi convinco sempre più di quanta ragione avesse Péguy nell’affermare che «i grandi avventurieri del XX Secolo sono i padri di famiglia». Effettivamente: quando quattro secoli fa un uomo si sentiva ardere il cuore, lasciava ogni cosa, s’imbarcava su un vecchio galeone, arrivava nelle Americhe, attraversava monti e cordigliere e scopriva un nuovo mare o conquistava una nuova nazione. Oggi, questo stesso uomo dal cuore ardente si dedicherebbe a un’altra non minore conquista: cercherebbe una moglie, la sposerebbe, cercherebbe di fare un figlio. E non gli servirebbe per questo meno coraggio del vecchio conquistatore.

Nutro, per questo motivo, praticamente un’infinita ammirazione verso tutti i padri di famiglia, e non posso fare a meno di ridere quando la gente esalta l’“eroismo” del celibato. Ogni persona adulta sa che la rinuncia all’uso della sessualità è molto meno ardua della maggior parte delle avversità umane. E l’accettazione della solitudine, anche se amara, non lo è eccessivamente se si riesce a farla diventare feconda. In ogni caso, tutto ciò richiede infinitamente meno coraggio che il vivere una paternità o una maternità intere.

Il problema è che, disgraziatamente, nel nostro mondo ci sono molti progenitori e non abbastanza padri.

Leggi tutto...
 
Altri Articoli...
« InizioPrec.41424344454647484950Succ.Fine »

Pagina 42 di 54

Cerca

Heliodromos

n. 25-26
Equinozio d'Autunno -
Solstizio d'Inverno 2014
La distribuzione della rivista
è affidata a RAIDO

(per info: libreria@raido.it)
                       NOVITÀ 
Torna sugli scaffali "Indirizzi per l'azione tradizionale", raccolta di scritti di Gaetano Alì, in una nuova edizione ampliata per i tipi di "Cinabro Edizioni".
 
Acquista qui la tua copia!