Nuovo indirizzo

ATTENZIONE
Segnaliamo ad amici e lettori
che il nuovo indirizzo
postale a cui far riferimento è:

'HELIODROMOS'
presso Giovanni Barbera
Via Rosario Livatino, 118
94100 Enna
Riflessione PDF Stampa E-mail

Ed elli avea del cul fatto trombetta



Spesso accade che le idiozie del politicamente corretto, sciorinate senza vergogna dai suoi banditori, mostrino un risvolto dove si unisce perfidia a inettitudine; confermandoci nell’idea che tutto ciò che proviene dal basso, dal plebeo, dal rozzo e grossolano ha, in un modo o nell’altro, a che fare col satanico. Ne è prossimo, se non conseguenziale.
In ultimo si è sentita – ma siamo certi che non sarà l’ultima! – la commissaria europea per la pesca Maria Damanaki, attaccare il personaggio letterario creato da Andrea Camilleri, Salvo Montalbano, a causa delle sue abitudini alimentari: «Il commissario ama il novellame di pesce». Tempo fa, un altro “libero pensatore” aveva espresso tutto il suo dissenso sulla cattiva abitudine di altri due personaggi, stavolta del fumetto, come Tex Willer e Kit Carson, i quali, nei loro bivacchi notturni o nei loro momenti di relax postprandiali, si abbandonavano al vizio del fumo, dando il cattivo esempio ai loro affezionati lettori e stimolando in essi un insano spirito d’emulazione. Per finire con l’altra malevola e interessata uscita contro il Dante antisemita, che un po’ di rumore ha fatto qualche giorno fa.
Leggi tutto...
 
In memoria PDF Stampa E-mail

Gaetano

 

 

Caro Gaetano, adesso che ci hai lasciati per sempre, transitando a uno stato a te più consono e degno, siamo piombati nello smarrimento e nello sconforto, perché senza la tua guida e senza il tuo magistero certo e autorevole non sappiamo che fare. Ci illudevamo che tu ci saresti sempre stato e che potevamo contare sulla tua rassicurante presenza in ogni momento. Lo davamo per scontato, a dispetto delle tante parole da te dedicate all’argomento morte – traendo spunto, come spesso ti piaceva fare, dall’opera di Castaneda, o quando esclamavi incazzato, perché eravamo mancati in qualcosa, «Quando crepo io…!». Non prendevamo nemmeno in considerazione l’ipotesi che tu realmente potessi un giorno non esserci più. E, in ogni caso, non così presto, non così all’improvviso! Avevamo ancora tante cose da fare, tanti progetti da discutere, tante iniziative da stabilire ed organizzare, tanti lavori da portare a compimento.  

Leggi tutto...
 
Telematica e Mondo Moderno - Introduzione PDF Stampa E-mail

Ciascun periodo storico presenta alcuni caratteri dominanti così forti, da divenire un emblema che si erge come un richiamo per le epoche successive.

Tale è l’esempio dell’espressione spartano, traghettatoci dal mondo greco e divenuto sinonimo di uno stile di vita austero, incentrato sulla sobrietà nel costume, ma anche di una disciplina ferrea.

La Roma antica viene ricordata per la tempra del legionario, divenuto simbolo di un tipo di guerriero disciplinato e inflessibile, ma anche per il Sacro Fuoco di Vesta, da cui rimane l’epiteto di vestali riferito ai custodi più fedeli di una Tradizione.

Dal Medioevo, nel sorgere del Sacro Romano Impero, gli alti ideali della Cavalleria, che si esprimevano da un lato nella fedeltà all’Imperatore, dall’altro nella mistica ricerca del Graal, proiettano fino ai nostri giorni la loro grandezza, tanto che nel termine cavalleresco si suole indicare un individuo capace di lealtà, generosità e sacrificio.
Leggi tutto...
 
Riflessione PDF Stampa E-mail

  Il n’y a pas des grandes hommes…

Ormai l’abbiamo capito: per farsi un’idea indipendente ed autonoma su personaggi ed istituzioni internazionali, di cui si hanno scarse informazioni e poche conoscenze dirette, basta prendere i commenti ed i giudizi dei media ufficiali e di larga diffusione, ed invertirne il senso. Cioè, se stampa e televisione parlano bene di qualcuno, lodandone i pregi umanitari ed esaltandone i meriti democratici, possiamo essere sicuri che abbiamo a che fare come minimo con un furfante, da cui ci si deve aspettare le peggiori cose, ed ipotizzare l’esistenza dei più squallidi retroscena. Mentre, invece, dietro ogni demonizzazione e attacco inopinato contro qualcuno, bisognerà andare a cercare, automaticamente, cosa c’è di buono e di apprezzabile nel calunniato. Magari non lo troveremo subito, ma qualcosa sicuramente c’è.

A simili conclusioni ci ha condotto l’incredibile livello raggiunto dallo squallido servilismo e dall’occhiuta vigilanza democratica dei maggiordomi della stampa, impegnati anima e corpo a difendere e diffondere la vulgata del politicamente corretto. Dagli zapping radiofonici agli infedeli televisivi, gli esempi sono talmente tanti che non vale nemmeno la pena di mettersi ad elencarli. Questi secondini del pensiero mostrano di maneggiare con estrema disinvoltura quella doppia morale per cui ai loro padroni ed amichetti tutto è permesso, mentre a quelli che cantano fuori dal coro, nulla è perdonato.

Leggi tutto...
 
Altri Articoli...
« InizioPrec.414243444546474849Succ.Fine »

Pagina 41 di 49

Cerca

Heliodromos

n. 25-26
Equinozio d'Autunno -
Solstizio d'Inverno 2014
La distribuzione della rivista
è affidata a RAIDO

(per info: libreria@raido.it)
                       NOVITÀ 
Torna sugli scaffali "Indirizzi per l'azione tradizionale", raccolta di scritti di Gaetano Alì, in una nuova edizione ampliata per i tipi di "Cinabro Edizioni".
 
Acquista qui la tua copia!